ULTIME NOTIZIE

NOTIZIE INTERESSANTI:

loading...
loading...

Andiamo a scoprire perchè il termine Apocalisse è così attuale


Stiamo vivendo nell’era dell’apocalisse? Sono gli ultimi giorni precedenti la fine? La distruzione totale e la fine della razza umana?

NO, tutte queste interpretazioni della parola apocalisse sono state messe in circolazione con lo scopo di allontanare le persone dall’importanza di questa parola. Andiamo a scoprirne l’etimologia e il significato che può avere per tutti noi comprendere in realtà cosa questa parola indichi.

Leggiamo quindi il vero significato di questa parola che non ha nulla a che vedere con i preconcetti con i quali siamo stati programmati.

Il termine apocalisse deriva dal greco ἀποκάλυψις (apokalypsis), composto di apó (“da”, usato come prefissoide anche in apostrofo, apogeo, apostasia) e kalýptein (“nascosto”, come in Calipso), significa un gettar via ciò che copre, un togliere il velo, letteralmente scoperta o disvelamento.

Il concetto sembrerebbe essersi originato presso gli ebrei che parlavano greco, per poi passare ai cristiani che la svilupparono ulteriormente. Nella terminologia della letteratura del primo Ebraismo e Cristianesimo, indica una rivelazione a un profeta scelto di cose nascoste da Dio; questo termine è più spesso usato per descrivere il resoconto scritto di tale esperienza.

Quindi il termine apocalisse indica il risveglio coscienziale in atto, viviamo quindi l’era in cui ci togliamo il velo dell’ignoranza e guardiamo la verità senza filtri, i filtri sono le menzogne che ci vengono continuamente propinate da tv e giornali su ogni argomento, alle quali però ormai difficilmente crediamo.

Quindi questa apocalisse godiamocela perchè l’era della menzogna è finita. Togliti il velo, risvegliati ora.

Vi lascio in compagnia della saggezza del popolo Hopi

[mashshare buttons="false"]
Loading...

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti