ULTIME NOTIZIE

NOTIZIE INTERESSANTI:

loading...
loading...

Boom di tumori nel Salento, l’ acqua è inquinata! Da cosa dipende?


Dopo il report diffuso nei giorni scorsi dal Presidente Michele Emiliano e dai vertici di Asl e che ha sottolineato il dato allarmante sui casi di tumori nel Salento, la preoccupazione aumenta. ‘Sarebbe opportuno controllare l’acqua del Pertrusillo che arriva nelle case’.

Dal Salento. ‘Le notizie sull’aumento dei tumori nel Salento a causa di un forte inquinamento ambientale sono preoccupanti e pretendono risposte istituzionali responsabili e puntuali e non vaghe e generiche, cosa che purtroppo è accaduta fino ad ora’. A dirlo è Luigi Mazzei, componente della direzione provinciale dei Conservatori e Riformisti.

Non solo inquinamento ambientale, per Mazzei il problema potrebbe risiedere anche nell’acqua che arriva nelle case dei salentini e così lancia la proposta: ‘l’acqua che arriva nel Salento dalle condotte che partono dal Pertusillo andrebbe esaminata con minuziosa attenzione. Ricordo al Presidente Emiliano che è stato approvato un Ordine del Giorno in Consiglio Regionale lo scorso gennaio in cui si impegnava ARPA Puglia all’immediata ed urgente verifica della presenza di idrocarburi e metalli nell’acqua che viene erogata’.

La proposta nacque da uno studio scientifico condotto dal Dipartimento di Scienze dell’Università della Basilicata e dalla California State University e che certificava il possibile inquinamento del Pertusillo, in particolare dei territori del Salento e del Barese.

I campioni esaminati per la ricerca furono i primi a rilevare elevati livelli di idrocarburi sopra la media prevista.

‘Da ciò si evince chiaramente – chiosa l’esponente fittiano – che la questione sia di primo piano e che interessi la Puglia che ha l’obbligo di fare immediate verifiche, specie considerando i dati sulle patologie tumorali, ancora inspiegabili, che si attestano maggiormente proprio nei territori del Salento. Rammento ancora al Presidente Emiliano – prosegue Luigi Mazzei – ad aprile dello scorso anno si è tenuta dei vertici dell’Acquedotto Pugliese e dell’Arpa Puglia, per compiere verifiche sullo stato delle acque provenienti dal bacino del Pertusillo.

Dalla stessa audizione è emersa la necessità, al fine di garantire la salute dei cittadini, che anche l’Arpa intervenga effettuando controlli ciclici nei Comuni. Molte Asl e Comuni pugliesi, evidentemente preoccupati, hanno fatto richiesta di controlli sulle acque ed è per questo che ho scritto all’assessore alla sanità perchè i controlli dell’Arpa non siano subordinati a richieste di enti, ma siano costanti’.

‘Ora tocca ad Emiliano – conclude – verificare lo stato del monitoraggio dell’acqua nel Salento, ed invito i Sindaci a richiedere alle competenti ASL i controlli dovuti sul loro territorio’. Il problema del vertiginoso aumento dei tumori, come risaputo, è arrivato anche in Parlamento dove, nei giorni scorsi si è tenuta un’audizione informale in Commissione Salute della Camera dei Deputati. Fonte

[mashshare buttons="false"]
Loading...

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti