ULTIME NOTIZIE

NOTIZIE INTERESSANTI:

loading...
loading...

Quel video SHOCK di David Rockfeller che la gente non doveva più vedere in TV


Questo è un video mai mandato in onda su Rai o Mediaset. Queste cose la gente comune non le deve mai sapere!

Il David Rockfeller, morto oggi all’età di 101 anni, era uno di quei personaggi che decidevano (e decidono) le sorti di interi nazioni, paesi, governi, ecc.ecc. In questo video dice palesemente che sul nostro pianeta siamo troppi e che bisogna ridurre la Popolazione mondiale. Ecco perché oggi il tasso di mortalità sta di nuovo aumentando! Aria, cibo e acqua contaminata da metalli pesanti e sostanze tossiche. Più vaccini per tutti. Nuove malattie e virus all’ordine del giorno. Aumento esponenziale di tumori.

Guardate questo video (lo trovate scorrendo verso il basso) e capirete che dietro il pensiero dei cosiddetti “complottisti” non ci sono argomenti inventati, ma cose che i media comuni non vi dicono e che esistono veramente. Chi ci segue da tempo sa perfettamente che alcune cose dichiarate “bufale” con il tempo si sono verificate come realtà. Diventano realtà quando la gente, molta gente, comincia ad informarsi da altre fonti, non quelle “ufficiali” (controllate dai poteri forti) e quando comincia a parlarne con altra gente al bar, in strada, alla fermata dell’autobus, ecc. Quando poi se ne parla troppo e gli algoritmi di google e facebook rilevano troppe ricerche su quel argomento (per es. “vaccini contaminati), ecco…lì scatta subito l’allerta ai potenti: l’opinione pubblica è divisa ma non troppo, troppa gente non crede più alle balle dette su TV e giornali, cosa facciamo? Ed è proprio in quel momento che una vecchia “bufala” comincia a divenire realtà ufficiale, ma lo era già 20 anni fa e la gente non era informata o credeva alle balle televisive, ai troll che disinformano sul web e ai siti come butac.it (Bufale un tanto al chilo) che prendono notizie scomode (per il sistema e i potenti) e le smontano dicendo che son bufale.

[mashshare buttons="false"]
Loading...

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti