ULTIME NOTIZIE

NOTIZIE INTERESSANTI:

loading...
loading...

Si è formato un ‘buco’ IMMENSO e MISTERIOSO: Gli esperti sono sconvolti e non sanno perché si sia formato.

21 Condivisioni

Un grosso e misterioso foro si è appena aperto sulla superficie dell’Antartide lasciando gli esperti confusi perché non sono in grado di spiegare cosa ha causato la sua formazione.

Il buco , grande come il lago superiore o lo stato del Maine , con una superficie approssimativa di 30.000 miglia, ha creato confusione tra gli esperti che non riescono a spiegare esattamente il perché della sua esistenza . Alcuni pensano che è dovuto al cambiamento climatico, ma la verità è che gli scienziati non hanno una spiegazione.

Secondo il fisico atmosferico Kent Moore , professore presso il campus di Mississauga dell’Università di Toronto in un’intervista a Motherboard: il misterioso foro gigantesco “è abbastanza notevole, sembra che tu abbia tagliato un buco nel ghiaccio”.

Questa non è la prima volta che ci sono grossi fori in Antartide.

Le curve blu rappresentano il bordo del ghiaccio, e la polinay è la regione scura di acqua aperta all’interno del pacchetto di ghiaccio. Immagine: MODIS-Aqua via NASA Worldview; contorni di ghiaccio marino da AMSR2 ASI attraverso l’Università di Bremen

La misteriosa anpeparenza – indicata come una polina – è misterisa per una serie di ragioni ma soprattutto per il suo comportamento.

È stata rilevata per la prima volta negli anni ’70, ma è scomparsa per diversi decenni prima di presentarsi nuovamente, causando confusione tra gli scienziati.

“A quel tempo, la comunità scientifica aveva appena lanciato i primi satelliti che fornivano immagini della copertura di ghiaccio marino dallo spazio”, spiega il Dr. Torge Martin della divisione GEOMAR Research. “Le misurazioni sul posto nell’Oceano Meridionale richiedono ancora enormi sforzi, pertanto sono abbastanza limitate”

Il massiccio buco è stato recentemente trovato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Toronto e del progetto “Oceano del sud e dall’osservazione e modellazione del clima” ( SOCCOM ), in quanto monitoravano l’area con tecnologia satellitare dopo che un foro simile apparve in Antartide negli ultimi anni.

Il ghiaccio marino invernale copre il mare di Weddell attorno all’Antartide con enormi cicloni extra-tropicali che si innalzano sull’oceano meridionale in questa immagine satellitare del 25 settembre 2017. Le curve blu rappresentano il bordo del ghiaccio. Immagine: MODIS-Aqua via NASA Worldview; contorni di ghiaccio marino da AMSR2 ASI attraverso l’Università di Bremen

Il foro del 2017 è il più grande mai rilevato, con un diametro di circa 30.000 miglia.

“Nelle profondità dell’inverno, per più di un mese, abbiamo avuto questa zona di acqua aperta”, afferma Kent Moore, professore di fisica presso l’Università di Toronto. “È solo notevole che questo foro sia andato via per 40 anni e poi è tornato”.

Molti ritengono che l’aspetto dei massicci fori è dovuto al cambiamento climatico, uno dei principali colpevoli di molti cambiamenti improvvisi registrati nel continente antartico negli ultimi due anni. Tuttavia, gli scienziati devono ancora trovare una connessione tra il cambiamento climatico e l’apparizione di grossi buchi.

I ricercatori del progetto SOCOM stanno conducendo uno studio sull’enorme foro sperando di offrire più risposte alle domande.

[mashshare buttons="false"]
Loading...

Loading...
21 Condivisioni

Lascia il tuo commento:

commenti