ULTIME NOTIZIE

NOTIZIE INTERESSANTI:

loading...
loading...

TEST ANTIDROGA AI PARLAMENTARI? No, Grazie. LA CAMERA RESPINGE.


Con 342 “dis-onorevoli” contrari su 453 presenti, la Camera ha respinto la proposta di sottoporre i parlamentari ai test anti droga periodici, come ogni comune lavoratore che svolge particolari mansioni.

In ItaGlia, con la G maiuscola, così i massoni capiranno, (perché in uno stato senza sovranità monetaria il destino è quello dei taGli, quindi possiamo chiamare questo fantoccio inutile, col suo vero nome “i-tagli-a”, i tagli a chi? Ovvio, a noi cittadini i finanziatori dello stato!), senza una moneta sovrana, che paese sei? Inesistente, se la devi prendere in prestito da un’altra entità, che si è fregata la sovranità più importante di tutte, quella monetaria appunto, la Banca Centrale Europea, anche detta BCE, ci massacra di interessi e drena nelle sue tasche le tasse degli italiani, che pagano pagano e pagano di più di quello che guadagnano,molto di più! Bravi, bravi… pagate il pizzo alla “mafia eurousurocratica”.

Oggi arriva questa notizia e si capisce molto… vero? Guai a fare il test anti droga a tutti i parlamentari che siedono in parlamento. Sembra che siano almeno 1 su 3 i cocainomani, i fumatori di cannabis, etc (secondo un’inchiesta de ‘Le Iene’, video/inchiesta ormai introvabile sul loro sito ufficiale e sul web in generale). Ma forse, visti i risultati di oggi, vien da pensare che potrebbero essere sicuramente di più, altrimenti perché votare contro la proposta alla Camera dal MoVimento Cinque Stelle.

Ora, vediamo di farci un ragionamento. Per fare il bidello in una scuola devi avere la fedina penale pulita, anzi pulitissima. Per fare il parlamentare invece, sembrerebbe di no, visto e considerato tutto quello che accade ogni giorno! Sembra quasi che si debba essere minimo minimo inquisito o condannato per qualche reato, come i tanti nostri rappresentanti, se no come fanno a ricattarti?

Abbiamo il più alto numero di condannati, di qualsiaasi altro stato, che siedono in parlamento, ed è tutto normale in itaGlia.

Dove per fare il politico prima devi avere amicizie grosse o magari essere massone e poi ti mettono li, per salvarti dalle condanne pendenti che hai, così fai quello che il grande architetto vuole farti fare, voti tutto, anche le cose più schifose, se no te ne vai in galera.

Quindi oltre che inquisito e delinquente, oggi sappiamo anche quanti sono a favore dei drogati o comunque quelli che favoriscono l’uso di droga tra i nostri parlamentari.

Chi meglio di un drogato può essere manipolato? Ora si spiega anche Mafia Capitale con tutta quella criminalità a stretto contatto dei parlamentari, magari erano anche i loro spacciatori? Chissà! Poi si scoprirà sicuramente! Non siamo noi, purtroppo, a giudicare e giustiziare nei tribunali questi ipotetici delinquenti. Staremo a vedere, tanto lo schifo massimo è stato già ampiamente superato, non ci stupiamo più di niente.

Qua serve un esame di coscienza della cittadinanza, dovremmo scacciarli dalle istituzioni. Per guidare un Paese, serve gente pulita, sia nella fedina penale, sia nel corpo, qua stiamo rasentando il ridicolo.

Una soluzione? Smettiamo di finanziarli? Voi come la pensate?

[mashshare buttons="false"]
Loading...

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti