ULTIME NOTIZIE

“Una minaccia globale per la salute”: panico per il fungo resistente ai farmaci. Già 17 i morti…

Condivisioni 0

“Una minaccia globale per la salute”. Così il Centre for disease control americano (il Centro di controllo per le malattie infettive) ha definito il super-fungo che da settimane sta seminando il panico negli ospedali di New York e del New Jersey, dove i casi di infezione resistente ai farmaci sono stati 44 (in 15 ospedali e uno studio medico) con 17 morti.

Il fungo si chiama Candida Auris, un micete lievitiforme isolato per la prima volta nel 2009 nel canale uditivo di un settantenne giapponese in un ospedale di Tokio. Il microorganismo è poi migrato in diversi Paesi, tra cui Stati Uniti e Gran Bretagna. Il primo caso in Europa si è registrato proprio in un ospedale di Londra e tra aprile e luglio 2016 ha infettato 50 persone.

Nei casi peggiori (pazienti deceduti) provoca infezioni sistemiche entrando in circolo. I principali sintomi sono bruciore e difficoltà a deglutire. Il super-fungo – spiegano gli esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie di Atlanta – agisce come un super-batterio, non risponde agli anti funghicidi ed è difficile da identificare nei test di laboratorio, perché può essere facilmente scambiato con la Candida comune, ben nota e diffusa negli ospedali di tutto il mondo. La Candida auris colpisce soprattutto i soggetti deboli, come neonati e anziani e si diffonde molto facilmente: è stato trovato sulle attrezzature degli ospedali e sulla pelle di alcuni pazienti, anche già trattati con i medicinali.

Sembra che l’infezione si contragga prevalentemente in ospedale. In caso di pazienti infetti, gli esperti raccomandano misure di isolamento e la pulizia accurata della stanza con prodotti a base di cloro e vapori di perossido di idrogeno. Viene raccomandata anche la decontaminazione cutanea con prodotti a base di clorexidina.


Loading...
Condivisioni 0

Lascia il tuo commento:

commenti